UBI BONSAI
UBI Bonsai - Unione Bonsaisti Italiani
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Funghi sulle radici
10/2/2017, 13:24 Da andrea 55

» salve a tutti
9/2/2017, 12:18 Da andrea 55

» Polverina su pyracantha
21/1/2017, 12:29 Da gionny33

» foglie secche ai bordi
13/6/2016, 18:59 Da sergiope

» Lantana Camara
21/4/2016, 12:01 Da ronin

» OLIVELLO SELVATICO
3/10/2015, 14:44 Da Antonio Buzzanca

» ginepro comune
30/6/2015, 13:24 Da andrea 55

» Impostazione Ginepro
28/6/2015, 10:55 Da andrea 55

» salve a tutti
26/6/2015, 17:11 Da andrea 55

» salve a tutti
23/6/2015, 21:16 Da efi65

Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 59 il 10/10/2015, 09:51
I postatori più attivi del mese

Contatore Visite
Giugno 2018
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Google +1

CONCIMAZIONI

Andare in basso

CONCIMAZIONI

Messaggio  andrea 55 il 21/2/2013, 21:19

CONCIMAZIONI
Non è facile destreggiarsi tra i vari tipi di fertilizzanti,sia organici che inorganici.I Bonsai sono limitati,nella ricerca degli elementi nutritivi ,dalle dimensioni del vaso e quindi dal volume di terreno a disposizione delle radici,perciò necessitano più di ogni altra pianta,di un continuo apporto di sostanze nutritive in sostituzione di quelle che sono state assorbite e quindi non più disponibili. Le piante,in generale ,hanno bisogno di utilizzare alcuni elementi in maniera maggiore di altri per cui questi vengono divisi in: MACROELEMENTI e MICROELEMENTI. I primi sono: Carbonio, Ossigeno, Idrogeno,Azoto,Fosforo, Potassio, Zolfo, Calcio, Magnesio. Di questi il Carbonio,l’ossigeno e l’idrogeno sono preenti in gran quantità in natura, nell’aria e nell’acqua ,mentre gli altri devono essere assimilati dal terreno.I MICROELEMENTI,necessari invece in minor misura pur essendo anch’essi indispensabili, sono: FERRO,MANGANESE, SODIO, RAME, BORO, Tra i MACROELEMENTI tre sono di importanza fondamentale: AZOTO,FOSFORO, POTASSIO, in quanto ,presenti nel terreno del vaso, vengono assorbiti dalla pianta e dilavati dalle continue annaffiature sino a diventare carenti, determinando in negativo lo sviluppo del bonsai.L’azoto è di importanza fondamentale durante il risveglio vegetativo in quanto stimola lo sviluppo delle foglie e la crescita delle radici. In primavera è quindi necessario utilizzare dei concimi con predominanza di azoto. IL fosforo contribuisce alla induzione della fioritura e dovrà essere presente ,con l’azoto, nelle concimazioni della tarda primavera ,in percentuali maggiori.Il potassio invece è l’elemento principale dei fertilizzanti estivi ed autunnali ,in quanto favorisce l’ allegazione dei frutti ,l’accumulo di sostanze nutritive nei frutti , nel tronco e nelle radici; favorisce l’ingrossamento del tronco e rende rugosa la corteccia,particolare pregio in un bonsai.I concimi si dividono in due grandi gruppi:chimici o inorganici e organici a cessione più o meno lenta Solitamente i concimi liquidi ( o solubili ) sono assimilabili più velocemente in quanto la loro permanenza nel terreno è limitata nel tempo perché vengono dilavati dalle continue irrigazioni.I concimi solidi sono a cessione più lenta e possono essere mescolati al terreno. I fertilizzanti organici sono sotto forma di pellet letame farina di ossa e unghie. Ognuno di loro ha delle caratteristiche particolari che concedono ampia scelta a seconda delle esigenze.Il sangue di bue ,è ricco di azoto. , la polvere di ossa e cornunghia,è a lentissima cessione ,tanto che di solito viene utilizzata nella preparazione del terriccio,è ricca di calcio e potassio.Nella somministrazione dei concimi è importantissimo il dosaggio,in quantola risposta vegetativa non è identica per tutte le specie di piante e, nell’ambito della stessa specie ,esistono necessità diverse a seconda dell’età delle piante. Inoltre bisogna anche considerare che un bonsai rinvasato da poco avrà minor bisogno di concimazioni perché il terreno è ancora ricco di elementi nutritivi.Bisogna iniziare le concimazioni in primavera,dopo la prima cacciata di foglie e somministrare dosi ( 2 massimo 3 ml x litro) ogni 15 giorni fino all’inizio dei grandi caldi,periodo durante il quale è meglio smettere per ricominciare a settembre,fino alla fine dell’autunno.Anche la qualità del concime deve variare a seconda delle stagioni:in primavera l’azoto sarà in percentuali maggiori,rispetto a fosforo e potassio, per favorire una rapida crescita.All’inizio dell’estate più fosforo e potassio per far allegare frutti.In autunno il potassio la farà da padrone per consentire alla pianta di accumulare sostanze di riserva ,per lignificare i nuovi getti e preparare le gemme fiorifere per la primavera.La somministrazione deve essere fatta la sera, dopo aver innaffiato le piante,mai durante il giorno sotto il sole o nelle ore calde, per permettere una distribuzione omogenea dei concimi nel terreno
avatar
andrea 55
Bonsaista Ohgata
Bonsaista Ohgata

Messaggi : 1641
Località : poppi

http://www.toshoo-en.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum